top of page

7° RASSEGNA ENOGASTRONOMICO-CULTURALE “NUL-VI DÀ GUSTO” EDIZIONE 2023



ALL’INSEGNA DELLA SOSTENIBILITÀ


PREMESSA


“Nul-vi dà gusto” riparte! Dalle proprie ceneri, sancite dall’annullamento della settima edizione del 2018 e dagli anni della pandemia, rinasce la fortunata rassegna enogastronomica e culturale nulvese, ideata nel 2011 e proposta per 3 edizioni dalla Proloco e per altre 3, fino al 2018, dalla omonima Associazione. Un appuntamento che per sei anni ha permesso a migliaia di visitatori di scoprire e apprezzare i tesori anche meno noti e palesi del ricco patrimonio nulvese e del territorio, nel campo del gusto e della enogastronomia, ma anche in quello del pregio architettonico del suo antichissimo centro storico, dei suoi monumenti ecclesiali, del suo vasto corredo archeologico, delle sue attrattive naturali e ambientali, della sua invidiabile varietà paesaggistica, della sua millenaria cultura e della sua fedeltà conservatrice verso le proprie uniche e autentiche tradizioni. Una edizione quella del 2023 che si preannuncia fedele alla qualità espressa nelle 6 edizioni precedenti ma con la confezione di una veste tutta nuova che ne amplia i tempi di sviluppo e i contenuti, lungo un arco temporale di circa 3 mesi, cadenzato da appuntamenti settimanali/quindicinali, ma che continuerà ad avere il suo naturale epilogo nella consueta giornata di celebrazione finale, nella tarda primavera (10 giugno 2023).


PROPOSTA La Rassegna 2023 di “Nul-vi dà gusto” si espanderà dal 18 Marzo 2023 al 10 Giugno 2023 all’insegna di un tema, filo conduttore che da qualche anno ha acquisito vitale rilevanza mondiale e dal quale il futuro del nostro pianeta e delle generazioni che ci succederanno, non potranno più prescindere: il tema della


SOSTENIBILITÀ. I mutati scenari attuali legati alla pandemia, alla guerra e ai cambiamenti climatici, impongono oggi un diverso approccio all’utilizzo e al consumo delle risorse del pianeta, destinate ad esaurirsi se non si interviene a garantirne la disponibilità anche ai bisogni delle future generazioni. È sulla base di questo concetto, che definisce appunto la sostenibilità, che la rassegna 2023 si propone con iniziative e con appuntamenti che intendono sviluppare dal basso nella comunità civile quel sapere e quei modelli sostenibili di produzione e consumi, nonché quella auto consapevolezza identitaria, necessari per potersi aprire ad un turismo intelligente, responsabile, esperienziale, nel rispetto dei principi della sostenibilità ambientale, economica e sociale.


FINALITÀ La funzione letterale e allegorica della rassegna, che è quella appunto di dare al visitatore GUSTO (non solo ai sensi gusto-olfattivi ma anche all’anima e alla mente, attraverso la conoscenza, la ricerca e la scoperta) necessita però di un percorso preparatorio e propedeutico che orienti le coscienze della comunità e delle sue forze produttive più illuminate verso progetti di sviluppo turistico sostenibile, nel proprio territorio di appartenenza, che sia preludio a una auspicabile diffusione, lenta ma inarrestabile, nel resto della Sardegna. Questo in accordo con l’Agenda 2030 dell’ONU e con la Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile e con quella Regionale emanata nel 2021 dalla Regione Sardegna che prevedono “una visione di governo integrata, che parta dalla lettura delle dinamiche del territorio nella loro complessità e individui percorsi di sviluppo che tengano conto delle interrelazioni ambientali, sociali, economiche e istituzionali, mettendo a valore le risorse identitarie delle singole comunità”. Anche l’Associazione di promozione sociale “Nul-vi dà gusto” intende cogliere questa opportunità come tante altre no profit in Sardegna, mettendo la rassegna del futuro come base di un contributo per uno sviluppo sostenibile, portatore di benessere diffuso. La sfida è quella di orientare gli obiettivi della “Strategia” in obiettivi programmatici locali di lungo periodo che possano innescare nelle comunità e nei diversi settori produttivi processi decisionali capaci di integrare la tutela dell’ambiente, l’inclusione sociale e la salute, contribuendo a una crescita e sviluppo personale e collettivo e specificamente nei settori ristorativo, turistico, rurale e ambientale.


PROGETTO Per dare attuazione a questi presupposti la rassegna 2023 è stata pensata lungo un percorso di circa 3 mesi, che si apre a inizio primavera e si conclude alle porte dell’estate, con otto appuntamenti che dovranno registrare il coinvolgimento pieno di altrettante strutture/operatori del settore ricettivo, ristorativo e agrituristico di Nulvi e del territorio. Ognuno di essi dovrà ospitare nella propria struttura ricettiva un incontro/dibattito con relatori esperti e sviluppare per il pranzo congressuale un tema gastronomico che verrà assegnato con metodo da concordare (assegnazione per scelta, per affinità o a estrazione). Sarà compito dell’Associazione strutturare dal punto di vista dei contenuti l’incontro culturale e reperirne i referenti scientifici e i relatori. L’Associazione individuerà i temi da sviluppare tra quelli che caratterizzano, sotto il profilo identitario, la realtà imprenditoriale economica, produttiva e sociale locale: il vino, la birra, i formaggi e i salumi, le farine e il pane, le carni, le erbe spontanee edibili, i dolci della tradizione, il miele, le acque e le sue sorgenti. Ciascun tema, con la presenza e con la guida degli esperti del settore, sarà trattato e analizzato sotto il profilo storico, socioantropologico, legislativo, economico, delle implicazioni sull’ambiente e sul benessere e la salute, individuale e collettiva, della sostenibilità produttiva, del soddisfacimento del gusto, della funzione ludico-ricreativa, dell’uso e consumo consapevole, al fine di stimolare nei partecipanti e negli addetti ai lavori lo sviluppo progressivo di una coscienza alimentare e ambientale orientata alla sostenibilità. Come accennato poc’anzi, al termine dei lavori congressuali l’azienda ospitante dovrà predisporre e approntare per i partecipanti all’incontro, ma anche a un pubblico esterno che ne facesse richiesta e prenotazione, un’offerta gastronomica attinente al tema trattato nel giorno, ma non vincolante, a tariffa da concordare. In particolare, ogni operatore dovrà impegnarsi a preparare le pietanze della propria offerta gastronomica nel rispetto dei principi della sostenibilità: uso rigoroso ed esclusivo di materie prime locali, salutari, autentiche, genuine, stagionali, a km 0, bio, economiche, sulla scia del recupero e della rivisitazione della tradizione. L’epilogo di questi otto appuntamenti tematici sarà costituito dalla tradizionale celebrazione della manifestazione denominata “Nul-vi dà gusto”, lungo l’abituale percorso gastronomico, nel centro storico di Nulvi, in una giornata alle porte dell’estate, nel mese di giugno, in quella che è sempre stata una festa di popolo e un’attrazione turistica ricercata e molto apprezzata. Gli attori della proposta gastronomica alla manifestazione finale di giugno non potranno che essere di diritto innanzitutto le medesime aziende che hanno accettato di partecipare alla fase preliminare tematica e, a discrezione dell’Associazione, con la possibilità di aprire anche ad altre aziende del territorio, laddove si rendesse necessario per garantire la riuscita dell’evento. Coerentemente con il percorso formativo e conoscitivo condotto negli 8 incontri tematici, anche l’offerta gastronomica della manifestazione finale dovrà essere improntata ai principi della sostenibilità con l’impiego di materie prime genuine, locali, economiche, legate alla tradizione. Al fine di creare una partecipazione attiva e coinvolgente di tutta la comunità Nulvese e di fare da cornice alla proposta eno-gastronomica, l’Associazione intende avvalersi del contributo e del supporto organizzativo delle numerose associazioni culturali, sportive e del volontariato operanti a Nulvi, che qualora accettassero l’invito, avranno il compito di allestire e arredare, in piena autonomia ma in modo consono alla rassegna, ognuna delle aree del centro storico individuate dall’organizzazione e assegnate tramite estrazione o altro criterio. L’organizzazione si propone di incontrare tutte le suddette maestranze in un secondo momento ma con congruo anticipo rispetto alla data finale di giugno, al fine di concordarne le modalità partecipative e operative. Si ribadisce il concetto e la definizione di Rassegna riferito alla manifestazione, in contrapposizione a quella di sagra di paese tradizionalmente più permissiva riguardo a regole e divieti, a tal riguardo seguirà regolamento rivolto agli operatori partecipanti, sia nella fase a) congressuale, dal 18 marzo al 27 maggio 2023, che nella fase b) giornata finale del 10 giugno 2023.


CALENDARIO FASE CONGRESSUALE


18/03/2023 Centro convegni Giulzi - Nulvi


I FORMAGGI


Si parlerà di:


- Zootecnia, agricoltura sostenibile ed economie circolari.

Titolo intervento Effetti delle tecniche di allevamento e alimentazione sulla qualità e sostenibilità dei prodotti lattiero caseari

– Relatori prof.ssa Anna Nudda, dott.ssa Mondina Lunesu, Dipartimento di Agraria, Università degli Studi di Sassari


- Benessere animale e nuova PAC più verde, più equa, più competitiva.

Titolo intervento I sostegni della PAC alle imprese zootecniche: qualità delle produzioni, sostenibilità e benessere animale

– Relatore dott. Tommaso Betza, Agenzia Laore


- Tracciabilità, Ciclo di trasformazione e produzione (con visita guidata da parte del tecnico della Cooperativa al processo produttivo adottato)


- Proprietà nutrizionali – in fase di individuazione A seguire mini corso sensoriale con nozioni di tecnica di assaggio e uso in cucina, a cura di Agenzia Laore



25/03/2023

Agriturismo Nuraghe Alvu dei f.lli Pes


LE CARNI


- Titolo intervento

Sostenibilità delle carni sotto i profili nutrizionale, ambientale, economico e sociale

– Relatore prof. Giuseppe Pulina, Dipartimento di Agraria, Università degli Studi di Sassari -


Titolo intervento

La bovinicoltura da carne in Sardegna e la sua possibile valorizzazione

– Relatore prof. Piergiacomo Rassu, Dipartimento di Agraria, Università degli Studi di Sassari


Eventuali altri interventi sono in fase di defizione


15/04/2023 Da definire – possibile tema “La cucina economica”

29/04/2023 Da definire – possibile tema “I dolci della tradizione”


06/05/2023

Ristorante Domo Mia da Gabriele Campus


IL VINO


Si parlerà di:

- Enologia e Viticultura, con l’enologo Leonardo Addis (Sedini) e XXXX (da definire il relatore per la viticultura)

- Vini naturali, con lo chef sommelier Piero Careddu di Enoteca&Bistrot da Alessandro e Piero

- Bere consapevole e responsabile – Relatore da individuare

A seguire mini corso sensoriale con nozioni di tecnica di assaggio e abbinamenti a tavola, a cura di Piero Careddu


13/05/2023

Agriturismo Ruspina


LE ERBE


Si parlerà di:

- Tutela e salvaguardia dell’ambiente

- Tutela e salvaguardia delle biodiversità

- Proprietà e benefici

- Norme di buona raccolta e rispetto della stagionalità

- Uso in cucina e abbinamenti


20/05/2023

Ristorante Domo Mia da Gabriele Campus


LE FARINE


Si parlerà di:


- Filiera corta, grano duro, farine e recupero varietà locali, con Marco Dettori, Agris

- Lievito Madre, con il prof. Giovanni Antonio Farris, Presidente dell’Accademia Sarda del Lievito Madre

- Proprietà nutrizionali, con Federico Lai (biologo nutrizionista e proprietario del mulino Su Ghimisone di Oliena)

- Vantaggi per la salute, con il diabetologo Tonolo (da definire)

- Analisi sensoriale su selezione di pani

- Testimonianza pratica del pizzaiolo Sandro Cubeddu patron di RE | MI “pizzeria stile degustazione dove tecniche di lievitazione e cucina si incontrano per creare lievitati tagliati in 8 spicchi”


27/05/2023

Agriturismo Ruspina


LE BIRRE ARTIGIANALI


Si parlerà di:

- Filiera delle materie prime, Birrifici agricoli ed economie circolari

– Relatore dott. Luca Pretti, Porto Conte Ricerche


- Bere consapevole e responsabile


A seguire mini corso sensoriale con nozioni di tecnica di assaggio e abbinamenti a tavola



I relatori così come gli argomenti che saranno trattati nei singoli appuntamenti sono in fase di definizione. I singoli seminario si svolgeranno di mattina, presumibilmente con inizio ore 09:00





bottom of page